Le dichiarazioni dopo il concerto contro l'esecuzione di Mumia Abu-Jamal

Le dichiarazioni dopo il concerto contro l'esecuzione di Mumia Abu-Jamal
Come si poteva immaginare, il concerto di beneficenza tenuto da diverse star del mondo musicale (come i Beastie Boys) nei giorni scorsi a East Rutherford, nel New Jersey, in favore dell'attivista Mumia Abu-Jamal, condannato a morte e in attesa di esecuzione per l'omicidio di un poliziotto nel 1981, ha sollevato diverse polemiche.
Adam Yauch dei Beastie Boys ha sentito il bisogno di esprimersi, dopo lo show, nel sito della band difendendo la posizione del gruppo, che è «essenzialmente contro il concetto di vendetta occhio per occhio che è insito nella pena di morte, a prescindere dal fatto che Abu-Jamal non è mai stato processato in modo equo, visto che la giuria che lo ha condannato era composta di soli bianchi».
Anche il cantante dei Rage Against The Machine, Zach de la Rocha, anch'essi presenti allo show, ha tenuto a precisare che la manifestazione non voleva in nessun modo essere a favore della violenza contro i poliziotti. Dimostrando buona conoscenza della recente storia dell'impegno nel mondo della musica, la Rocha si è spinto fino a paragonare il proprio impegno con quello di Bob Dylan, il cui supporto al pugile Rubin Carter nel 1975, tramite la canzone "Hurricane" a lui dedicata e un concerto di beneficenza, portò la corte di giustizia a riesaminare il caso e a scagionare l’imputato dall'accusa di omicidio.
La serata ha visto la partecipazione di 16.000 spettatori e la presenza, oltre ai Rage e ai Beastie Boys, dei Bad Religion, dei Chumbawamba, dei Black Star e di Chuck D dei Public Enemy, che ha cantato insieme ai Rage nella conclusiva "Killing in the name of".
L'ex membro delle Pantere nere Abu-Jamal ha sempre visto respinte le istanze di riapertura del suo caso, e potrebbe essere giustiziato già il prossimo mese di aprile.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.