SIAE, i dati semestrali: bene cinema e sport, concerti in calo

Hanno espresso moderato ottimismo i vertici della SIAE, che ieri a Roma hanno presentato il rendiconto semestrale degli incassi fatti registrare dalla Società Italiana Autori ed Editori: "Per il primo semestre di quest’anno la spesa del pubblico italiano per lo spettacolo ha registrato un aumento dell’8% rispetto al primo semestre del 2009", ha dichiarato il presidente Giorgio Assumma, che ha ammesso come il dato non sia più di tanto eclatante, almeno per le arti comunemente intese, includendo il rapporto anche la spesa per eventi sportivi. Gli aumenti più significativi, nel settore della cultura e dello spettacolo, riguardano le mostre (43%) e il cinema (25%): “Il pubblico italiano", ha proseguito Assumma, "Continua a spendere, ormai da due anni, in misura crescente per i prodotti dello spettacolo. Questo è un fenomeno tipico dei periodi di crisi economica: è come se il pubblico volesse annegare le ansie collettive e personali in distrazioni emotive ed intellettuali”. La spesa del pubblico italiano per lo spettacolo e lo sport è stata di oltre 1.662 milioni di euro, con un notevole aumento (+8,28%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Per quanto riguarda i singoli settori, il cinema presenta segnali positivi in quasi tutti gli indicatori di spesa (numero di spettacoli, ingressi e spesa al botteghino). Buoni risultati anche per il teatro nonostante un calo dell’offerta di spettacoli (- 7,67%), mentre è in calo l’attività concertistica. Il settore “Ballo e concertini” con 477 milioni di euro è, in valore assoluto, al primo posto tra tutte le attività di spettacolo nonostante un calo registrato per tutti gli indicatori di spesa. Il settore dello sport è al primo posto per il volume d’affari, che ha superato i 721 milioni di euro, anche se registra una flessione (-16,20%) rispetto al semestre precedente. Le mostre hanno fatto registrare il più alto incremento nella spesa del pubblico, il 43,88% in più rispetto al primo semestre 2009.

    Hanno espresso moderato ottimismo i vertici della SIAE, che ieri a Roma hanno presentato il rendiconto semestrale degli incassi fatti registrare dalla Società Italiana Autori ed Editori: "Per il primo semestre di quest’anno la spesa del pubblico italiano per lo spettacolo ha registrato un aumento dell’8% rispetto al primo semestre del 2009", ha dichiarato il presidente Giorgio Assumma, che ha ammesso come il dato non sia più di tanto eclatante, almeno per le arti comunemente intese, includendo il rapporto anche la spesa per eventi sportivi. Gli aumenti più significativi, nel settore della cultura e dello spettacolo, riguardano le mostre (43%) e il cinema (25%): “Il pubblico italiano", ha proseguito Assumma, "Continua a spendere, ormai da due anni, in misura crescente per i prodotti dello spettacolo. Questo è un fenomeno tipico dei periodi di crisi economica: è come se il pubblico volesse annegare le ansie collettive e personali in distrazioni emotive ed intellettuali”. La spesa del pubblico italiano per lo spettacolo e lo sport è stata di oltre 1.662 milioni di euro, con un notevole aumento (+8,28%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
    Per quanto riguarda i singoli settori, il cinema presenta segnali positivi in quasi tutti gli indicatori di spesa (numero di spettacoli, ingressi e spesa al botteghino). Buoni risultati anche per il teatro nonostante un calo dell’offerta di spettacoli (- 7,67%), mentre è in calo l’attività concertistica. Il settore “Ballo e concertini” con 477 milioni di euro è, in valore assoluto, al primo posto tra tutte le attività di spettacolo nonostante un calo registrato per tutti gli indicatori di spesa. Il settore dello sport è al primo posto per il volume d’affari, che ha superato i 721 milioni di euro, anche se registra una flessione (-16,20%) rispetto al semestre precedente. Le mostre hanno fatto registrare il più alto incremento nella spesa del pubblico, il 43,88% in più rispetto al primo semestre 2009.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.