Il nuovo dei Dirotta su Cuba: James Bond e flamenco in salsa soul-funky

Il nuovo dei Dirotta su Cuba: James Bond e flamenco in salsa soul-funky
Era dal 1996, da "Nonostante tutto.", che i Dirotta su Cuba non uscivano con un nuovo lavoro in studio. Ora sono tornati, con "Dentro ad ogni attimo", un album che è il risultato di questa pausa di riflessione. «Avevamo perso il contatto con quello che eravamo stati all'inizio, un gruppo da cantina», spiega Rossano Gentili. «"Gelosia" era nata da quello spirito, da quella genuinità e abbiamo sentito il bisogno di ritrovarla, prima di metterci a registrare di nuovo. Correvamo altrimenti il rischio di fare il verso a noi stessi, di perdere quel mordente, quella freschezza che è il nostro tratto distintivo». Così, Simona Bencini (voce), Stefano De Donato (basso) e Rossano Gentili (piano), si sono chiusi con gli altri del gruppo "allargato" dei Dirotta in un casolare del Chianti e qui si sono messi al lavoro sui nuovi pezzi, recuperando la dimensione spontanea del fare musica. «Era un continuo improvvisare, tirare fuori suggestioni che magari ci portavamo dietro da tempo ma non avevamo mai avuto l'opportunità di elaborare», spiega Rossano. «Ognuno dei 13 brani che poi abbiamo scelto di inserire nell'album è nato, come minimo, con due facce. E abbiamo scartato almeno altrettante canzoni che, qualitativamente, sono allo stesso livello di quelle del disco».
«Volendo avremmo potuto uscire con due album», scherza Simona, che prosegue: «La stessa ricchezza di idee è venuta fuori nei testi, cui abbiamo lavorato parecchio, facendo anche diciannove versioni diverse di una canzone, come nel caso di "Bang!"». Il risultato è un disco ricco di spunti - dalle chitarre flamenche di "In riva al mare" («Il flamenco ci ha conquistati») alle sonorità anni Settanta della già citata "Bang!" - pur nella continuità con i ritmi che da sempre sono la marca distintiva dei Dirotta. «Tutto quello che prendiamo è come se lo metabolizzassimo trasformandolo in soul. Ma questa volta abbiamo pensato al nostro album come a una sorta di viaggio, che porta chi ascolta attraverso diversi paesaggi sonori, spesso con sbalzi un po' bruschi». E in effetti si passa da momenti introspettivi come quelli di "Dentro ogni attimo" o "Dormi", a vere scariche di adrenalina come "Stiamo fuori" o il rhytm'n'blues di "Vieni che ti porto all'inferno" fino a brani tesi come "Io sono quello che so" e "Welcome". Una varietà musicale che si sposa a una varietà di scrittura dei testi («Abbiamo lavorato tanto sulle parole proprio perché volevamo che suonassero giuste per la musica»), dal linguaggio cinematografico di "Bang!" che riprende il tema di "Sulle strade della California" («Un omaggio ai polizieschi che guardavamo in tv e ai vecchi film di James Bond») ai contenuti più impegnativi di "Welcome" («Nell'euforia del passaggio di millennio avevamo voglia di dire che semplicemente le cose non cambiano solo perché è finito un secolo»).
Anche in questo album, come nei precedenti del gruppo, la produzione artistica è curata da Pierpaolo D'Emilio («il nostro mentore, il nostro padre putativo, quello che è stato capace di vedere, ancora prima che ce ne accorgessimo noi, che avevamo i numeri per diventare quello che siamo oggi») e a collaborare con i Dirotta ci sono due ospiti particolari: la voce di Mario Rosini che duetta con Simona in "Piove" e l'armonica di Giuseppe Milici in "Dormi". Dopo l'uscita del disco il 14 aprile prossimo, i Dirotta saranno in giro per concerti, in formazione allargata. Un vizio, quello di suonare dal vivo, che i tre non hanno affatto perso nel corso di questi due anni di lavoro: «Abbiamo continuato sempre a suonare dal vivo e già un anno fa provavamo a presentare qualche pezzo del nuovo album. Era un regalo al pubblico e un modo per noi per renderci conto della vera carica della nostra musica».
Dall'archivio di Rockol - "Good Things" (#Nofilter)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
2 ott
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.