AT&T, e-commerce mobile: si paga digitando il proprio numero telefonico

AT&T, una delle maggiori telco al mondo, ha annunciato il varo di una soluzione tecnologica che permetterà di accedere alla musica utilizzando il proprio terminale mobile alla stregua di una carta di credito. Grazie a una partnership con la Boku, una società specializzata nei pagamenti su piattaforma mobile, il carrier americano consentirà infatti ai propri abbonati un e-commece in mobilità orientato all'acquisto di musica, film, libri e articoli editoriali per mezzo della semplice digitazione del proprio numero telefonico, con successivo addebito in bolletta.
Boku, con sede a San Francisco, è una delle aziende che è riuscita a proliferare negli ultimi tre anni grazie alla diffusione virale delle cosiddette 'virtual goods' vendute grazie a Facebook come token per varie applicazioni ludiche. AT&T, senza peraltro scendere in dettagli, ha dichiarato anche che, rispetto al passato, tratterrà una commissione molto inferiore a quelle tradizionali che negli Stati Uniti, arrivando fino al 40% del valore della merce, hanno contribuito a rallentare i pagamenti come quello in questione e le micro-transazioni in generale.
Vodafone ha siglato con Boku un accordo analogo.

    AT&T, una delle maggiori telco al mondo, ha annunciato il varo di una soluzione tecnologica che permetterà di accedere alla musica utilizzando il proprio terminale mobile alla stregua di una carta di credito. Grazie a una partnership con la Boku, una società specializzata nei pagamenti su piattaforma mobile, il carrier americano consentirà infatti ai propri abbonati un e-commece in mobilità orientato all'acquisto di musica, film, libri e articoli editoriali per mezzo della semplice digitazione del proprio numero telefonico, con successivo addebito in bolletta.
    Boku, con sede a San Francisco, è una delle aziende che è riuscita a proliferare negli ultimi tre anni grazie alla diffusione virale delle cosiddette 'virtual goods' vendute grazie a Facebook come token per varie applicazioni ludiche. AT&T, senza peraltro scendere in dettagli, ha dichiarato anche che, rispetto al passato, tratterrà una commissione molto inferiore a quelle tradizionali che negli Stati Uniti, arrivando fino al 40% del valore della merce, hanno contribuito a rallentare i pagamenti come quello in questione e le micro-transazioni in generale.
    Vodafone ha siglato con Boku un accordo analogo.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.