Stasera Branduardi, domani De André a Spilimbergo per ‘Folkest’

Stasera Branduardi, domani De André a Spilimbergo per ‘Folkest’

Saranno due cantautori italiani a chiudere il programma della ventesima edizione di “Folkest”, l’interessante e coraggiosa rassegna di musiche ‘altre’ che quest’anno ha iniziato i suoi concerti il 1 luglio.
Ieri sera, nella splendida piazza della cittadina friulana, si è celebrato - per la gioia e la commozione dei vecchi fans - il grande ritorno degli Amazing Blondel, terzetto inglese di musica cortigiana molto noto in Italia al principio degli anni Settanta: John Gladwyn, Eddie Baird e Terence Alan Wincott - con molti meno capelli di un tempo, ma con immutate doti strumentali e vocali - hanno riproposto alcuni classici (fra cui “Pavane”, “Seascape”, “Willowood”) dei loro primi tre album per la Island, un brano - “The shepherd’s song” - tratto dal raro debutto come duo di Gladwyn e Wincott, “The amazing Blondel” (1969), e tre titoli (“Interlude”, “Cawdor” e “Benedictus es Domine”) presenti sul recentissimo “Restoration”, album della ricostituzione della formazione.
Questa mattina Angelo Branduardi ha presentato lo spettacolo che terrà in serata: “Sulle orme dei Patriarchi”, una riproposta delle musiche del compositore cinquecentesco friulano Giorgio Mainerio. “Se Pavarotti canta in napoletano io posso benissimo cantare in friulano”, ha detto Branduardi, che fra l’altro ha annunciato che a novembre terrà dei concerti all’Accademia Santa Cecilia di Roma diretta da Ennio Morricone.
Domani sera, domenica 26, sarà la volta di Fabrizio De André: un finale di lusso per una manifestazione organizzata con competenza e passione, sostenuta da uno sponsor - Sans Souci - ospitale e non invadente, e ormai radicata in un territorio fervido di intrecci culturali com’è il Friuli.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.