Pelù pin-up sulla copertina del suo primo Cd da solista

Pelù pin-up sulla copertina del suo primo Cd da solista
Braccia e gambe spalancate, torso nudo, pantaloni in lamé argentato: così si presenta Piero Pelù sulla copertina del suo primo album da solista, “Né buoni né cattivi”, in uscita il prossimo 21 aprile. Da domani, intanto, le radio cominceranno a trasmettere “Io ci sarò”, singolo-pilota dell’album, che sarà in vendita dal 7 aprile con una B-side che non comparirà sull’album: una versione di “Pugni chiusi” dei Ribelli (1967) che suona come un omaggio a Demetrio Stratos (Pelù aveva già cantato il brano il 14 ottobre 1999 come ospite di Adriano Celentano in “Francamente me ne infischio”).
“Io ci sarò” appare più significativa per il testo (“Fuori da un brutto sogno, con le mie idee... voglio soltanto farmi rispettare... un’altra storia da vivere c’è”) che inevitabilmente sembra alludere alla vicenda Litfiba, più che per i contenuti musicali, che al primo ascolto non appaiono travolgenti; probabilmente l’album riserverà sorprese più piacevoli, e può darsi che la scelta di questo brano come singolo apripista sia stata dettata dal desiderio di non scoprire subito tutte le carte. La canzone è firmata – testo e musica – da Piero, che ne ha curato anche gli arrangiamenti insieme al Supercombo (Roberto Terzani, Daniele Bagni, Franco Caforio, Cris Maramotti), che con Paolino Bagnoli sono anche i musicisti che suonano il brano (registrato da Daniele Trambusti all’O-Zone Studio), la cui produzione è firmata Pelù.
“Nè buoni nè cattivi” sarà dunque il primo degli album solisti (tre di canzoni inedite più uno dal vivo) che Pelù “deve” alla CGD-Warner, come aveva stabilito nel maggio del 1998 una sentenza della Corte di Cassazione, annullando una precedente sentenza del Tribunale di Firenze. Questo in ottemperanza del contratto da Pelù firmato con la casa discografica nel 1989 e mai onorato a causa di contestazioni insorte tra le parti. La causa era durata anni, con continui cambiamenti nel verdetto. Nel 1994 il Pretore di Firenze aveva dato ragione alla CGD; successivamente il Tribunale di Firenze aveva dichiarato nullo il contratto sostenendone l’impossibilità di esecuzione. Infine, la Cassazione aveva emesso la sentenza finale. Di questa faccenda legale, in effetti, non si era più parlato, nemmeno nel periodo “caldo” della separazione fra Piero Pelù e Ghigo Renzulli. Ora, l’inizio dell’attività solista del cantante sembra ottemperare a quanto stabilito dalla suprema corte.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
13 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.