Anthony Kiedis bacchetta Fred Durst dei Limp Bizkit

A Woodstock '99 i disordini iniziarono proprio mentre i Red Hot Chili Peppers suonavano "Fire" di Jimi Hendrix. Ma era stato Fred Durst dei Limp Bizkit a incitare la folla alla rivolta. E il cantate dei RHCP ha parole dure nei confronti del collega: "pensa che a renderlo popolare sia quel suo essere pseudo anarchico. In realtà il suo non è che un disperato tentativo di attirare l'attenzione. Non c'è alcuna creatività in questo." E Kiedis mette le distanze tra la sua band e i gruppi che, in parte, ne hanno ripercorso la strada, come i Korn. "Il loro è un atteggiamento studiato che nasce da un piano ben preciso per diventare una determinata cosa. Noi non avevamo piani; facevamo quello che ci veniva naturale. Abbiamo suonato per almeno sette anni senza che nessuno si accorgesse di noi. Eravamo spiriti liberi in viaggio nella musica".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.