Il debutto di Alanis nei ‘Monologhi della vagina’

Il debutto di Alanis nei ‘Monologhi della vagina’
La cantante canadese ha fatto il suo debutto al piccolo Westside Theatre di New York, davanti a 300 persone (tra cui i suoi genitori) nei "Vagina monologues" di Eve Ensler. La Morissette ha interpretato due monologhi molto intensi: uno su una donna violentata con un fucile in Bosnia, durante il quale Alanis non ha trattenuto le lacrime. Il secondo, più audace, la vedeva in preda al desiderio - e la star non si è tirata indietro di fronte ad espressioni "forti". Per renderle omaggio, una delle attrici impegnate nei monologhi, Andrea Martin, ha operato una variazione al testo originale, facendo diventare il "sospiro orgasmico alla Grace Slick" il "sospiro orgasmico alla Alanis Morissette". Le repliche andranno avanti sino al 2 aprile.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.