NEWS   |   Industria / 21/10/2010

Musica digitale: 7digital sui 'tablet' e sulla nuvola

Musica digitale: 7digital sui 'tablet' e sulla nuvola

Non è iTunes, non è Amazon, e ciò nonostante il servizio digitale inglese 7digital sta allargando a dismisura il suo raggio d’azione. Sul fronte delle applicazioni mobili (dopo quelle per BlackBerry e Android, quest’ultima appena rilasciata, dovrebbe arrivarne una per i dispositivi Apple) e ora anche della “music cloud”: grazie alla tecnologia “push”, gli utenti del suo nuovo 7digital Player, introdotto sul mercato inglese martedì a seguito di diversi mesi di test, possono sfruttare la sincronizzazione automatica tra la libreria digitale memorizzata sul pc e qualunque altro dispositivo connesso in rete  così da rintracciare in una “cassaforte digitale” presente sul sito la propria musica e ascoltarla in streaming.

Nel frattempo, la società inglese guarda con interesse anche al mercato emergente dei “tablet” aperto dall’iPad: la sua offerta musicale sarà incorporata di “default” sulle nuove  “tavolette” elettroniche fabbricate da Samsung e Toshiba e funzionanti con sistema operativo Android 2.2 (la prima, Galaxy Tab, sarà sul mercato britannico nelle prossime settimane; la seconda,  Folio 100, seguirà entro novembre risultando compatibile anche col  formato Flash). “Crediamo che il mercato dei tablet sia molto eccitante, e che la Apple non se lo terrà tutto per sé” ha confermato l’amministratore delegato Ben Drury, convinto che il sorpasso del digitale sul “fisico”, nel Regno Unito, avverrà già nel corso del 2011, mentre per l’anno in corso le sue stime parlano di vendite pari a  230 million di sterline  (il 27 % del fatturato totale della musica registrata). 7digital si attrezza chiudendo un accordo di fornitura esclusiva (per il Web e il mobile) con la  “telco” O2, sviluppando a livello internazionale (32 Paesi) un nuovo sito mobile compatibile  con la tecnologia HTML-5 e preparando una nuova release della piattaforma di download: entro Natale il catalogo, che conta già oltre 11 milioni di brani, verrà arricchito con recensioni ed editoriali forniti dalla BBC e liste di concerti raccomandati da Songkick. Sul fronte delle applicazioni mobili  se ne segnala infine una (compatibile Android) che permette di riconoscere immagini musicali anche diverse dalle copertine dei dischi. Drury stesso ne ha fornito una dimostrazione: puntando la fotocamera del telefonino in direzione di una pubblicità dei Foo Fighters presenti sugli autobus londinesi  il programma indirizza automaticamente l’utente sul negozio di 7digital e verso l’acquisto in download del “greatest hits” della band  di Dave Grohl.