George Benson e Al Fayed, padri sfortunati, presentano il disco per Dodi e Diana

George Benson e Al Fayed, padri sfortunati, presentano il disco per Dodi e Diana
George Benson e Al Fayed hanno presentato "My father my son", il disco di beneficenza inciso dal chitarrista e voluto dal proprietario della catena di grandi magazzini Harrod's per onorare il figlio Dodi e Diana Spencer. I proventi delle vendite del disco andranno a una fondazione sostenuta da Diana. «A Dodi questo disco sarebbe piaciuto tantissimo», ha detto, in lacrime, il miliardario di origine egiziana. «Sono sicuro che quando lo metterò, lo ascolterà con me, la sua anima mi circonda, e questa musica evoca il paradiso».
Anche Benson, che ha perduto ben tre figli, era visibilmente commosso. «I miei tre bambini sono nelle migliori mani possibili», ha detto. «La stessa entità che me li ha donati ha il diritto, se vuole, di riprenderseli. Questo è ciò che credo, e questo mi conforta».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.