NEWS   |   Italia / 27/06/1998

Ramazzotti, concerto breve e insulti ai tifosi del Torino

Ramazzotti, concerto breve e insulti ai tifosi del Torino
La tensione e la juventinità hanno giocato un brutto tiro ad Eros Ramazzotti, anche se il primo tiro è venuto dal pubblico: una monetina che ha colpito in un occhio il bassista Flavio Scopaz durante il concerto allo stadio Delle Alpi di Torino. A quel punto Eros ha interrotto il concerto a mezz’ora dalla conclusione e ha dato del “pirla” e del “tifoso granata” all’autore dello stupido gesto. Il pubblico si è inferocito, dàndo a sua volta del ladro e del buffone alla star romana. Una delle possibili cause del lancio di oggetti è in effetti qualche battuta di troppo, da parte dello juventino Eros, sul Torino, che ha da qualche giorno mancato il ritorno in serie A. Sulle pagine della “Stampa”, il cantante si è scusato: “Arrivavano oggetti di ogni tipo, nell’ultima parte del concerto ci siamo anche ritirati a suonare più indietro per difenderci. Mi dispiace di non aver proseguito il concerto, ma sono troppo emotivo. E poi non c’era più la sicurezza per proseguire. Ero molto arrabbiato e spaventato. Non si può andare avanti così. Mi scuso con i quasi 30.000 del Delle Alpi che sono venuti ad ascoltare la mia musica, perché i facinorosi erano davvero in pochi. Ma è una questione di sicurezza e di rispetto: se queste cose dovessero continuare a succedere sarei costretto a non tenere più concerti in Italia”.
Roberto De Luca della Milano Concerti, promoter del tour, ha dichiarato: “Durante il concerto in diversi hanno tirato delle monetine e ha fatto bene Ramazzotti a sospendere. E’ la prima volta che succede. Gli spettatori chiedono il rimborso di metà biglietto per i mancati bis? E’ assurdo, quale artista canta per più di un’ora e mezzo? Ramazzotti ha fatto la sua serata”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi