Un Peter Gabriel lavoratore ancora alle prese con ‘Up’: lo racconta Hector Zazou, di recente ai Real World Studios

Un Peter Gabriel lavoratore ancora alle prese con ‘Up’: lo racconta Hector Zazou, di recente ai Real World Studios
Il suo nuovo album si intitola “Lights in the dark” ed è dedicato alla riscoperta di antichi canti religiosi che è possibile rinvenire ormai soltanto in alcune sperdute zone dell’Irlanda, dove si rifugiarono i monaci cristiani durante l’avvento dei barbari nel fu-Impero Romano. Una musica che risale alla notte dei tempi, fortemente imparentata con il canto gregoriano e al tempo stesso con la musica modale greca che i romani portarono in patria e studiarono al tempo della dominazione. Per Hector Zazou è l’ennesima tappa di un viaggio nella musica popolare di tutto il mondo che lo ha portato a contatto con la polifonia corsa, con le mille musiche del deserto e con quelle dei Mari del Nord: tra gli artisti coinvolti in questo suo nuovo progetto c’è anche Peter Gabriel, complice la presenza di Zazou negli studi Real World: «Peter ha ascoltato un brano molto antico e mi ha chiesto se poteva aggiungervi le sue parti vocali: la cosa mi ha onorato. È bellissimo lavorare in uno studio come quello, c’è una splendida atmosfera. I musicisti chiacchierano tra loro e così ti può capitare persino di fare amicizia con i Placebo, che musicalmente non sono certo tra i miei gruppi preferiti. Però eravamo lì tutti insieme e devo dire che Brian Molko si è rivelato essere un’ottima persona. E infatti anche loro compaiono nel mio disco.» Parlando di Gabriel, Hector ha aggiunto che: «Peter è sempre in studio: lavora al suo disco, oppure si distrae per collaborare ai progetti di altri. In ogni caso è veramente un perfezionista: credo che abbia scritto almeno 60 canzoni per il suo nuovo album, e continua a cambiarle ogni giorno alla ricerca del suono giusto.» Inevitabile chiedergli un parere sulle cose che ha ascoltato: «Cosa posso dire? È Peter, dopo due battute lo hai già riconosciuto. Credo che ci siano delle cose splendide sul disco, e non vedo l’ora che lo faccia uscire.»
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.