Princess Superstar: autofinanziamento sexy con lotteria (e spogliarello)

Di artisti che cercano di emanciparsi dalle etichette (grandi e piccole che siano) trovando modi per autofinanziarsi la realizzazione di un disco ne è ormai pieno il mondo: dai Public Enemy, che fallirono nel loro tentativo apponggiandosi a Sellaband, ai Gang of Four, disposti a versare letteralmente il sangue per fissare su nastro le proprie canzoni, fino a risalire ai Marillion e agli Einsturzende Neubauten, veri pionieri in materia, fino ad arrivare ai "nostri" Gaia Riva e Ex-Otago, i fan sono sempre stati la base più bendisposta e leale alla quale chiedere aiuto in periodi di ristrettezze economiche e scarsa voglia di investire da parte dei discografici. L'ultima, a cercare vie alternative all'autofinanziamento, è stata la rapper e produttrice Princess Superstar, nota ai più per la dissacrante hit "Bad babysitter" del 2001, ma ancora molto attiva in ambito sotterraneo: l'artista, stimata musicista con un passato da modella, ha escogitato un modo per rendere ai propri ammiratori più appettibile l'idea di sborsare soldi in anticipo per un cd non ancora realizzato. Tutti i fan che parteciperanno alla sua sottoscrizione, infatti, verranno iscritti d'ufficio ad una sorta di lotteria, che metterà in palio - oltre a premi come lezione di rap, sedute di yoga, canzoni personalizzate per il compleanno e cene casalinghe - anche, per chi aderirà alla sottoscrizione "deluxe", anche uno spogliarello burlesque privato. L'iniziativa, che mira a finanziare il suo nuovo album, "The new evolution", atteso nei negozi per il febbraio del 2011, è stata attuata per mezzo di Pledge Music, la cui pagina dedicata è raggiungibile a questo indirizzo. "Le etichette, di questi tempi, sono troppo spaventate per investire su un artista senza avere il controllo totale della sua creatività, cosa che io non sono disposta in nessun caso a concedere", ha dichiarato Princess, al secolo Concetta Kirschner: "Grazie ai soldi guadagnati tra royalties e concerti, il mio obbiettivo è piuttosto basso, e si aggira intorno ai 20.000 dollari. Oltretutto il mio disco è completato per metà, quindi - male che vada - potrò sempre finanziarmelo coi soldi guadagnati alle serate. Sono vegan, mi piace cucinare e fare yoga, quindi trovo naturale - anzi, bello - che i miei fan mi conoscano anche sotto un altro aspetto. Spogliarello compreso". Paura di stalker o male intenzionati? "Beh, ci sarà sempre qualcuno con me, ma non ho questo timore. Sin dall'inizio della mia carriera sono sempre stata molto interattiva coi miei fan, e non mi è mai capitato di incontrare squilibrati o individui pericolosi. So gestire questo tipo di situazioni, e comunque l'esperienza mi ha insegnato che là fuori ci sono molte più brave persone che non loschi figuri".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.