Nomadi, Ruggeri e Zarrillo, i 'forzati' dei concerti

Nomadi, Ruggeri e Zarrillo, i 'forzati' dei concerti
Il "Corriere della Sera" dedica un ampio articolo agli stakanovisti dei concerti, scoprendo che i Nomadi sono i più attivi. Cinquemila serate in 33 anni di carriera, e anche per il '98 sono in vista 140 concerti. «Dice Beppe Carletti, membro fondatore dei Nomadi: "La nostra filosofia è quella di suonare dal vivo ogni giorno. (...) Ed è questa cultura che ci ha permesso di risalire, alla lunga, la china nelle classifiche di vendita dei dischi. La frequenza dei nostri concerti non va a discapito della qualità, semmai della vita familiare..."» Secondo nella classifica "live", come la definisce l'articolo, Enrico Ruggeri, che «quest'anno fa "solo" 80 date perché impegnato in studio a registrare un nuovo album, ma nella sua carriera ha raggiunto punte massime "impensabili": 180 date (nel 1987 e altrettante nel 1993. Racconta: "Suono per piacere mio innanzitutto. Senza fare ragionamenti economici. So che diversi miei colleghi mirano a ottenere il massimo rendimento col minimo sforzo. Io sono uno di quelli che dà il meglio davanti a 1.000, 1.500 persone e quindi posso andare in piccoli, ma tanti posti (...) E comunque, suonare dal vivo è la migliore promozione possibile". Interviene Michele Zarrillo, uno che macina date su date senza troppi clamori: "Sarei pigrissimo se non amassi il contatto con la gente e la voglia di improvvisazione"». L'articolo si conclude con il punto di vista degli organizzatori (da notare che solo nel sottotitolo del "pezzo" si riassume che i promoter sono «divisi»). « Il promoter Fausto Paddeu spiega il segreto degli artisti più richiesti "live": "Costare una lira di meno di quanto possono rendere. Ed essere duttili, disposti a cantare anche alle feste di piazza". (...) Maurizio Salvatores della Trident Agency: "Non credo alla quantità che va a discapito della qualità. Una piazza è ben diversa da un incrocio... E penso che gli artisti corrono il rischio di inflazionarsi con date raffazzonate. (...) Ma per fare i numeri in tour è sufficiente chiamare concerto un semplice showcase"».
A margine, segnaliamo che i numeri sopra citati difficilmente impressioneranno il 73enne B.B. King, che viaggia a una media superiore ai 200 concerti l'anno (con punte di 250).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.