NEWS   |   Italia / 15/09/2010

Beautiful: `Con Howie B il rock dei Marlene Kuntz incontra l'elettronica´

Beautiful: `Con Howie B il rock dei Marlene Kuntz incontra l'elettronica´

Cristiano Godano si trova in un periodo davvero intenso della sua carriera: ieri è uscito in tutti i negozi l'esordio dei Beautiful, il nuovo gruppo a cavallo tra rock e elettronica che che vede i suoi Marlene Kuntz affiancati dal Dj e produttore Howie B e da Gianni Maroccolo. A fine novembre uscirà invece il nuovo album della band di Cuneo, ancora senza titolo. E come se non bastasse ha appena ri-pubblicato "I Vivi", la raccolta di racconti uscita qualche tempo fa per Rizzoli, che in questa nuova uscita è affiancata da un DVD con un reading. Rockol lo ha incontrato alla FNAC di Milano poco prima della presentazione del libro, per parlare con lui di tutti questi nuovi progetti.
"Il disco con i Beautiful è nato quasi per caso, da un'esigenza di libera espressione - racconta l'artista piemontese, che si presenta con i capelli corti e un'impeccabile giacca color panna - due estati fa abbiamo incontrato Howie B durante un'esposizione di due videoartisti milanesi che si chiamano Masbedo: siamo stati tutto il pomeriggio a parlare ai bordi di una piscina e alla fine ci siamo lasciati con la promessa di fare qualcosa insieme. Di solito queste cose non accadono mai, ma lui dopo averci visti dal vivo si è interessato al lavoro dei Marlene e ci ha cercato di nuovo".
Infatti stavolta dalle promesse si è passati ai fatti: il gruppo si è riunito al teatro Petrella di Longiano, dando libero sfogo all'improvvisazione, e registrando tutto il materiale in sole due settimane. Il risultato è questo album omonimo che contiene diverse tracce strumentali, nonché quattro brani cantati inglese. Ad anticipare l'uscita c'è il singolo "In your eyes". "Quando siamo entrati in studio avevamo davvero zero idee, abbiamo deciso di  lasciarci completamente guidare dall'istinto - conferma Godano - proprio per questo il disco mi piace molto, è diretto e spontaneo. Soprattutto la parte più strumentale, che ci ha portato a mettere insieme la psichedelia rock  con l'elettronica. C'era davvero un'atmosfera quasi magica durante le registrazioni".
Ma perché Cristiano ha scelto di scrivere in inglese? "Ce l'ha chiesto Howie, perché semplicemente non sa una parola d'italiano. Non è stato facile per me, perché il suo approccio alla musica e ai testi è opposto rispetto al mio: io sono lento e riflessivo, lui scrive con molta sintesi, quasi come fossero degli sketch. E il risultato è stato un po' a metà strada tra le due cose.". E riguardo al mercato estero? C'è la possibilità di superare i confini italiani? "Non lo so, non ci ho ancora pensato molto - replica lui - diciamo che ovviamente non mi dispiacerebbe, penso che il progetto Beautiful si meriti questa opportunità"
Nel disco è presente anche una cover di "White Rabbit", canzone dei Jefferson Airplane che ha fatto la storia del rock. "I primi tempi che collaboravamo con Howie, abbiamo suonato insieme all'Italia Wave Love Festival, alla serata dedicata a Woodstock dove ogni gruppo doveva portare suonare un brano scelto dal concerto. Non ho avuto dubbi sui Jefferson, che sono da sempre una delle mie grandi passioni. Ero indeciso tra questa e `Somebody to love´, alla però fine ho pensato che `White rabbit´ fosse più nelle nostre corde"
A fine novembre invece toccherà al nuovo lavoro dei Marlene Kuntz, in uscita a tre anni di distanza da "Uno": "Sarà nei negozi a fine novembre - conferma Cristiano - sarà un disco di 11 canzoni, scelte tra le 12 che abbiamo registrato. Abbiamo cercato di portare in studio il sound che stavamo macinando negli ultimi tour con la nuova formazione a cinque, con Luca Lagash Saporiti al basso e Davide Arneodo alle tastiere. Un suono che era diventato rock e corposo. Infatti nel disco ci sono diversi momenti rock, alcuni più aggressivi altri più scuri. Insomma penso che rispetto a `Bianco sporco´ e `Uno´ ci sia più grana rock".
Quanto a "I Vivi", dice: "Io non me la sento ancora di chiamarmi uno scrittore - precisa Godano - sia perché non ne ho l'indole sia perché essendo molto deferente verso la letteratura comincerò a pensarci dopo il terzo o il quarto libro. Dopotutto la musica è ancora al primo posto".

Guarda su MusicVideos l'intervista video a Cristiano Godano.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi