Puff Daddy al suo autista: «Dì che la pistola è tua, avrai 100 milioni»

Pochi giorni fa, come riportato da Rockol, Puff Daddy si è dichiarato non colpevole di possesso non autorizzato di arma da fuoco.

Ora dovrà dichiararsi innocente dell’accusa di tentata corruzione del suo autista, della quale testimoniano dodici agenti di polizia. Pare che dopo la famosa sparatoria del 27 dicembre a New York, il rapper abbia disperatamente offerto 50.000 dollari (100 milioni di lire) nonché uno dei suoi anelli d’oro al suo autista, Wardel Fenderson, affinché questi si dichiarasse proprietario dell’altrettanto famosa pistola trovata nell’auto in fuga dopo il parapiglia - mentre un altro revolver fu gettato dal finestrino della vettura in corsa. Intanto, giungono notizie (un po’ trascurate dalla stampa americana, a dire il vero) sulle condizioni dei tre feriti nella sparatoria. Natanya Ruben, 27 anni, se la caverà: è viva per miracolo, secondo i medici, anche se un proiettile le ha frantumato il teschio nell’area dello zigomo; il 27enne Julius Jones non riesce a muovere la spalla alla quale è stato colpito; quello che se l’è cavata meglio ed è già uscito dall’ospedale è il 39enne Robert Thompson, colpito solo di striscio da Jamal "Shyne" Barrow, rapper della scuderia di Puff Daddy. Quest’ultimo comunque viene difeso a spada tratta - oltre che da Jennifer Lopez - dai colleghi. .


Snoop Dogg ha detto: «Resisti, Puff. Siamo tutti innocenti sino a che non viene provata la colpevolezza. Ma quando si tratta di un rapper nero e ricco, sei colpevole finché non viene provata la tua innocenza». Snoop ovviamente si riferisce al proprio proscioglimento dall’accusa di omicidio - non alla detenzione e spaccio di droga, e associazione a delinquere, per le quali è stato condannato in passato.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.