NEWS   |   dalla Stampa / 09/02/2000

Sony, che feeling con Sanremo

Sony, che feeling con Sanremo
Su "La Repubblica", Gino Castaldo parla del "Risiko delle majors" impegnate a Sanremo: «Tra le righe dell' albo d'oro del festival, letto in chiave discografica, possiamo notare interessanti fluttuazioni dell'egemonia delle varie "sorelle". Gli ultimi anni, ad esempio, sono nettamente a favore della Sony, che ha azzeccato una sequenza di vittorie davvero inusuale, soprattutto considerando che alcune di queste erano a dir poco imprevedibili. Ricordiamole: si comincia con le edizioni del 1995 e del 1996, dove la Sony vince nella sezione giovani prima coi Neri per Caso poi con Syria. Il 1997 è l'anno dell'esplosione. "Sorella" Sony fa l'en plein piazzando nell'ordine Jalisse, Anna Oxa, Syria, ai primi tre posti dei big, e Paola e Chiara al primo posto tra i giovani. Nel 1998 continua l'exploit con Annalisa Minetti che prima si aggiudica il trofeo minore e poi di volata va a vincere il festival, e infine l'anno scorso la Sony ripete il piazzamento al primo posto con Anna Oxa. Un successo travolgente, che quasi va oltre la legge dei grandi numeri. E' dovuto a delle scelte felici e al prestigio degli interpreti messi in campo dalla Sony? Pensando ai Jalisse e Annalisa Minetti, si dovrebbe pensare piuttosto alle imprevedibili trame della dea bendata. E arriviamo al 2000. Cosa succederà quest'anno? Si è detto che il successo di Gianni Morandi sembrerebbe assicurato. E sulla carta così è, senza dubbio. Ma se invece dovesse prevalere la fortuna che la Sony ha dimostrato di avere in questi anni, potremmo assistere a un clamoroso ribaltone. Sì, perché quest'anno la Sony presenta Spagna, e con un pezzo gonfio di retorica melodia, quindi di grande impatto festivaliero. Vincerà il sorriso di Morandi o il trend positivo di "sorella" Sony?»
Scheda artista Tour&Concerti
Testi