Debutto in inglese per la stella francofona Lara Fabian

Debutto in inglese per la stella francofona Lara Fabian
Possono dormire sonni tranquilli gli orfani dell'ispirata voce di Celine Dion, che col nuovo anno ha deciso di starsene lontana per un po' dagli studi di registrazione. La sua erede è all'orizzonte e si presenta alla conquista del mercato internazionale con il suo primo album in inglese, portando in dote oltre sei milioni di dischi venduti, di cui due milioni solo in Francia con l'album "Pure" del 1997. Lara Fabian, trentenne, belga di nascita, oltralpe è già una vera e propria star; e ha regalato un assaggio della voce che l'ha resa celebre esibendosi dal vivo in un club milanese, davanti a un pubblico di addetti ai lavori, presentando quattro brani dall'album "Lara Fabian", in uscita il 6 marzo prossimo.
Gli ingredienti giusti per il successo internazionale non sembrano mancare: Lara ha una voce dalla straordinaria estensione ed è capace di utilizzarla al meglio, con la sicurezza e la maestria che le vengono da anni di studio - ha cominciato a cantare a otto anni e ha alle spalle dieci anni di conservatorio - abbinandola a una presenza scenica da navigata professionista del palco. D'altronde, Lara ha iniziato a esibirsi in pubblico a quattordici anni e a diciassette, trasferitasi a vivere in Canada, usciva con il suo primo album  - prodotto in modo del tutto indipendente - portato in giro per il Quebec con una lunga tournée.
In questa sua ultima fatica discografica, la prima destinata al mercato internazionale, ad esaltare le sue doti di interprete ci sono melodie romantiche fatte di crescendo drammatici - come "You're not from here", «il primo brano che ho scritto per questo album» ha spiegato Lara, esprimendosi in un italiano impeccabile - o motivi più leggeri, cantabili ma ricchi di virtuosismi, studiati per esaltare al meglio una voce la cui impostazione è classica ma che si contamina con le tendenze pop che vanno per la maggiore: come nel caso di "Will love again" pezzo dance che ricorda le ultime cose di Cher. Ma la formazione classica della Fabian si fa sentire nella rivisitazione in chiave leggera dell'"Adagio" di Tomaso Albinoni, che Lara ha eseguito nella versione inglese, benché nell' album ne sia presente anche una in italiano.
Ma Lara Fabian, che è autrice delle sue canzoni, non è solo un'interprete di talento: è anche un'abile manager di se stessa come dimostrato dal fatto che per la produzione del suo primo album in inglese si è avvalsa di una squadra di collaboratori che hanno sfornato successi per le principali pop star in circolazione. Tra questi Walter Afanasieff (Mariah Carey), Pat Leonard (Madonna) e Brian Rawling (Cher).
Molto emozionata per il fatto di trovarsi in Italia («E' un sogno che si realizza, mia mamma è siciliana, io parlo italiano ma l'Italia è un paese in cui non ho mai veramente vissuto e essere qui ha per me un grande significato»), Lara confessa di amare la vita stressante che in questo periodo di promozione la porta a spostarsi ogni due giorni da un paese europeo all'altro. A chi le chiede se non le manchi casa risponde: «Mi sta succedendo quello che ho sempre desiderato mi accadesse: il mio lavoro è cantare e questa è la cosa che ho voluto e cercato da sempre. Ogni volta che salgo su un palco, per me è come essere a casa.»
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.