Santana, oggi da Fazio, su tutti i quotidiani

Santana, oggi da Fazio, su tutti i quotidiani

Non potrebbero risultare più differenti i titoli che i quotidiani di oggi dedicano a Santana, ospite nel pomeriggio a "Quelli che il calcio" con due brani.

"Santana: la musica unisca padri e figli", titola il Corriere della Sera. "Santana: il mio anno fortunato", titola La Stampa. "Santana predica la Love Music", afferma Il Giorno. "Santana: oggi il rock è razzista e sessista", titola Repubblica. Ill Messaggero invece non titola nulla perché non ne parla. Per Mario Luzzatto Fegiz del Corsera, il quale ci informa che oggi l'ex Devadip eseguirà in TV "Maria, Maria" e "Smoth", e che poi arriverà in Italia dal vivo il 23 maggio a Milano ed il 25 a Bologna, "Santana è fenomeno discografico del '99 con 'Supernatural', candidato a una pioggia di Grammy". A Fegiz il 52enne musicista dice che voleva riconquistare le radio e che ci voleva una musica romantica che ispirasse tenerezza. Santana afferma anche che la sua fondazione, Milagro, dedica un 20% delle risorse ad assistere gli indiani d'America ed il resto a ex carcerati e ragazze madri prive di mezzi. Motivo della scelta del titolo? La seguente affermazione: "Bisogna saper far ballare insieme genitori e figli".


A Luca Dondoni de La Stampa il baffuto chitarrista confessa che non si sarebbe mai aspettato una situazione del genere, ovvero quella di grande successo a trent'anni dalle maggiori affermazioni. Santana inoltre ammette di dover molto a Lauryn Hill ed afferma che "gli americani sono stufi di tutti questo gangsta rap, dei film violenti…la musica latina è l'emblema stesso della dolcezza della gioia di vivere e dell'amore". Ancora a Dondoni l'ex Devadip dice che, per il futuro, vorrebbe collaborare "con la Regina Aretha Frankly," (scritto così, evidentemente un refuso) "Whitney Houston o Patti Labelle".
Marco Mangiarotti su Il Giorno ci informa che l'incontro dei giornalisti col musicista classe Quarantasette è avvenuto "nei saloni liberty dell'Hotel Diana di Milano" e che Santana oggi, davanti a Fabio Fazio, eseguirà "Smooth" e "Maria Maria". Mangiarotti scava poi nelle curiosità e ci racconta che il chitarrista abita nella Bay Area di San Francisco con la moglie Deborah ed i tre figli. "Abito a St. Raphael dal '69 e sono sposato dal '73", dice Santana, il quale successivamente confessa la sua ammirazione per Dylan, il quale, secondo lui, "ha fatto cambiar rotta ai Beatles in 'Rubber soul' e dato a Hendrix le canzoni più belle".

Cambiano i titoli, ma i contenuti naturalmente non possono mutare parecchio. Ecco così che Giacomo Pellicciotti su Repubblica domanda al musicista quale sia la ragione del clamoroso revival della sua musica. Risponde Santana: "C'è un errore di fondo in America, dove le radio e le stazioni tv, come Mtv, sono riservate solo ai ragazzini. Ma la gente è stanca della violenza nei film e nella musica. Mia moglie Deborah ed io, che siamo sposati da 27 anni, crediamo che sia ill momento di rivalutare il romanticismo come antidoto alla violenza e il pettegolezzo imperanti". Ma perché il titolo scelto da Repubblica? Perché, rispondendo ad una domanda di Pellicciotti, il quale gli aveva chiesto come mai non avesse partecipato "all'ultima Woodstock", il musicista aveva affermato che "oggi il festival è dominato dagli affari di promoter, avvocati e case discografiche. Il 90% delle band invitate sono bianche e a volte sessiste e razziste".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.