Perde 7 milioni l'azienda di Bono e sua moglie

Perde 7 milioni l'azienda di Bono e sua moglie

Edun, la linea di abbigliamento "etico" che tenta di favorire lavoratori di alcune aree meno privilegiate dell'Africa, sta andando quasi a rotoli. Un quotidiano britannico rivela che il marchio lo scorso anno ha perduto 6 milioni di sterline, circa 7.300.000 euro. Già nel 2008 i conti di Edun si erano conclusi in rosso, ma nel 2009 sono notevolmente peggiorati. Il marchio è stato fondato da Ali Hewson, moglie di Bono, e dal cantante che però non è direttamente interessato alla sua gestione.

Pare che la coppia abbia già "pompato" oltre 15 milioni di euro nell'impresa da quando è stata creata, cinque anni fa, ma i risultati non si vedono. Tuttavia Edun non dovrebbe soffrire a breve in quanto lo scorso anno una consistente parte delle azioni è stata acquistata dal marchio di lusso LVMH, società che controlla anche il celebre marchio Louis Vuitton.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.