Lo 'scopritore degli Oasis' cacciato dal partito laburista?

Alan McGee, considerato lo "scopritore degli Oasis" e titolare (almeno fino al prossimo giugno) della prestigiosa etichetta Creation, sulla quale sono finora stati pubblicati gli album dei fratelli Gallagher, rischia l'espulsione dal partito laburista britannico. Le regole di questo partito infatti stridono col nuovo impegno di McGee, il quale ultimamente ha deciso d'appoggiare la candidatura a sindaco di Londra di Malcolm McLaren, ex manager dei Sex Pistols ed ora intenzionato a diventare sindaco in una lista indipendente. McGee, il quale sta lavorando ad una nuova etichetta discografica online, per la quale un gruppo avrebbe già firmato, è finora stato un fervente supporter laburista, partito al quale ha perfino regalato l'equivalente di 300 milioni di lire. Ma il suo appoggio a McLaren gli costerebbe la tessera del partito, e da qui il suo appello al premier - laburista, appunto - Tony Blair perché la questione venga considerata attentamente.
Music Biz Cafe Summer: le conseguenze della pandemia su major e indie
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.