Bret Michaels cita un promoter per 5 milioni di dollari

Bret Michaels cita un promoter per 5 milioni di dollari

La già voce dei Poison Bret Michaels, recentemente ripresosi dopo una grave emorraggia celebrale, ha citato in giudizio un promoter domandando 5 milioni di dollari come risarcimento: a far infuriare il rocker, secondo quanto riferito dalle agenzie internazionali, sarebbe stata la mancata comunicazione, da parte dell'agenzia di Aloha Events, dello spostamento di uno spettacolo in programma a Syracuse un paio di settimane fa. Michaels, non avvertito del rinvio, si sarebbe presentato davanti al locale, trovando le porte sbarrate. Imbufalito per l'accaduto, e soprattutto per la magra figura rimediata, il cantante ha chiesto un risarcimento record. Il promoter, dal canto suo, ha cercato di giustificarsi: la stessa sera del concerto (poi appositamente rimandato) Michaels era atteso in tv come giudice a American's got Talent: la puntata, regolarmente andata in onda, era stata registrata qualche giorno prima.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.