USA, RIAA e radiofonici chiedono per legge la radio nei cellulari

L'associazione di categoria dei discografici americani, la RIAA, e quella che raccoglie i maggiori network radiofonici statunitensi, la National Association of Broadcasters, starebbero per presentare al Congresso USA una proposta di legge che obbligherebbe i costruttori di telefoni cellulari distribuiti nei negozi a stelle e strisce ad includere nei propri prodotti il dispositivo necessario alla ricezione delle trasmissioni in FM: il patto d'acciaio tra le due associazioni vedrebbe la National Association of Broadcasters versare annualmente alla RIAA 100 milioni di dollari come forfait per le royalties concesse per ogni tipo di trasmissione. Stando alla legislazione attuale, negli Stati Uniti le radio che trasmettano nell'etere non devono versare diritti alla RIAA, contrariamente a quando non avvenga per le Web radio. La notizia, ovviamente, ha già scatenato la polemica tra addetti ai lavori: mentre per MusicFIRST, gruppo vicino all'associazione dei discografici, una soluzione del genere contribuirebbe ad offrire al pubblico una maggiore libertà di scelta, Gary Shaprio, presidente della Consumer Electornics Assocation, ha bollato il suggerimento delle due associazioni come "assurdità".

Music Biz Cafe Summer: piattaforme Web e diritti
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.