I Kiss mettono all'asta i loro tesori

I Kiss mettono all'asta i loro tesori
I rockers 'mascherati' hanno deciso di mettere in vendita "sostanzialmente tutti" i loro strumenti, costumi e altri oggetti utilizzati dal 1974 in poi. «Probabilmente sono stanchi di accumulare roba e tenerla lì», ha detto Bill Hughes, che si occuperà dell'asta, in programma in maggio. Il materiale che verrà messo a disposizione del miglior offerente ha un valore complessivo che secondo una stima sfiora i 10 miliardi di lire. Saranno ammesse anche offerte via Internet, per pezzi come i manoscritti originali delle canzoni, le chitarre di Ace Frehley (tra cui quella che sparava palle di fuoco) e alcuni degli stravaganti costumi di scena. A quanto si dice, poco prima dell'asta Gene Simmons e Paul Stanley daranno l'annuncio ufficiale e definitivo dello scioglimento del gruppo. In attesa, probabilmente, della prossima reunion.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
13 lug
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.