Charlotte Church: un manager in meno, un padre in più

La 13enne miliardaria star della lirica britannica (o chi per lei) ha licenziato Jonathan Shalit, il manager che l’ha scoperta nel 1997, a casa della sua insegnante di canto, e le ha procurato il contratto con la Sony. Shalit ha annunciato che ricorrerà alle carte bollate, dato che il suo contratto scade nel 2002. E’ molto probabile che da ora in poi sarà la famiglia di Charlotte a occuparsi più da vicino della carriera della ragazza. Proprio in questi giorni tra l’altro il 35enne signor James Church ha rivelato di essere il padre adottivo e non naturale di Charlotte. «Charlotte l’ha sempre saputo. Non lo abbiamo detto finora, perché abbiamo atteso che il procedimento di adozione fosse completo dal punto di vista legale. Ci sono voluti due anni e mezzo, ma ora sono fiero di essere indicato come suo padre. Onestamente, non riesco a pensare di non esserlo, e sono l’unico padre che ha mai conosciuto». La madre di Charlotte, la 33enne Maria, incontrò James quando Charlotte aveva tre anni, e da un anno e mezzo aveva rotto i ponti col padre naturale. Il quale, è prevedibile, verrà presto scovato dagli implacabili tabloid inglesi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.