Mercato delle applicazioni, per ABI Research continuerà il dominio di Apple

Google (Android), RIM (BlackBerry) e Nokia faranno bene a rassegnarsi: nonostante le loro ambizioni, sarà ancora Apple a dominare, nel prossimo futuro, il mercato delle applicazioni per telefonia mobile.
Lo sostiene uno studio/proiezione di mercato relativo ai prossimi cinque anni redatto da ABI Research, da cui risulta anche che il settore è prossimo al punto di saturazione. In un solo anno, infatti, le applicazioni scaricate dagli utenti sono cresciute da 2,4 a 6 miliardi; i ricavi delle aziende e degli sviluppatori, di conseguenza, potrebbero iniziare a declinare già a partire dal 2012.
Quanto al profilo concorrenziale del mercato, il ricercatore di ABI Bhavya Khanna sostiene che “l’iPhone continuerà ad essere la piattaforma leader.

Le altre continuano a inseguire, e tra loro Android è quella che sta crescendo più velocemente”.
Sull’App Store della Apple sono oggi disponibili oltre 225 mila diverse applicazioni; in poco più di due anni ne sono state scaricate dal pubblico oltre 5 miliardi di copie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.