Rockol - sezioni principali

NEWS   |   dalla Stampa / 24/12/1999

Canzoni di Natale: da Zucchero a Eric Clapton

Canzoni di Natale: da Zucchero a Eric Clapton
Poca musica sui quotidiani in edicola oggi, in attesa della probabile "sbornia" di capodanno - con tutti i concerti annunciati. Uno di questi show-veglione vedrà protagonista Zucchero, a Milano in piazza Duomo il 31 dicembre. Ed è con lui che comincia l’articolo che Andrea Spinelli sul "Giorno" ha dedicato alla musica sotto l’albero. Del resto, il bluesman emiliano ha interpretato ben due canzoni natalizie. In "Natale a Roma", l'album confezionato dal leader dei Chieftains Paddy Moloney su musiche del compositore vaticano monsignor Marco Frisina, Zucchero divide con Montserrat Caballè, Maire Brennan dei Clannad e la vocalist norvegese Sissel le suggestioni di "Silent night/Astro del ciel". E poi c’è "White Christmas". «"Possano i tuoi giorni essere felici e luminosi / E possano tutti i tuoi Natali essere bianchi" canta l'uomo in blues accompagnato da una chitarra dondolante e da un coro di adolescenti. A suggerirgli l'idea di mettere mano al fortunatissimo spartito di Irving Berlin per trarne il suo "hit" di Natale sono stati gli uomini di War Child, l'organizzazione internazionale "no profit" che si occupa delle piccole vittime di guerra, chiedendogli una canzone per bambini da inserire in un loro disco di beneficenza assieme a quelle di Sting, Elton John, James Taylor, George Michael, Tina Turner e Tom Jones. "Ho scelto subito ‘White Christmas’, perchè è un brano che tira fuori la parte piu' pura e piu' bella di me, quella che il passare del tempo e dell'eta' vorrebbero cancellare" spiega il cantautore emiliano. (...) "Trovo che sia una perfetta canzone di fine secolo, come "What a wonderful world" di Louis Armstrong o "Imagine" di Lennon. Siccome, nell'imminenza della ricorrenza, non m'è venuto un brano tanto puro e ispirato, ho cercato tra quelli esistenti uno che gli si avvicinasse. Un pezzo che mi facesse sentire pulito dentro. Questo non significa che il diavolo in me abbia smesso di scalpitare, ma in questo momento sento anch'io il bisogno di un po' d'acqua santa. In fondo, persino Robert Johnson era uno capace di passare da ‘Crossroads’ alle canzoni di Natale». L’articolo prosegue poi ricordando altre iniziative di questo tipo: Natalie Cole che ha inciso con la London Symphony Orchestra "The magic of Christmas", Jewel che ha scelto "Joy: a holiday collection" (anche se per il critico la cantante ha poi «finito un po' col perdersi nel miele e nell'autocompiacimento. Meglio "Christmas" di Michael Ball, ex pupillo di Sir Andrew Lloyd Webber che continua a dividersi tra pop e teatro, o quell'ormai tradizionale "Christmas in Vienna" in cui quest'anno Placido Domingo duetta con Patricia Kaas e con l'idolo messicano Alejandro Fernandez. E rimanendo in hit-parade, un posto di primo piano rivendica sicuramente "A very special Christmas live", benefit-album registrato davanti al pubblico di Washington da Mary J Blige, Sheryl Crow, Jon Bon Jovi, Vanessa Williams, Eric Clapton e Tracy Chapman a sostegno dei progetti di assistenza messi in campo dal movimento Special Olympics. "The all time greatest Christmas Songs", invece, è una doppia raccolta delle piu' famose canzoni natalizie eseguite da uno stuolo di celebrità fra cui Ricky Martin, Mariah Carey, Gloria Estefan, Frank Sinatra, Bing Crosby, Michael Bolton e Manhattan Transfer. Niente voci, ma solo dolcezze strumentali, infine, tra i solchi di "Christmas with Zamfir" grazie al flauto pan di Gheorghe Zamfir. Gli auguri di Elio. Infine se Elio e le Storie Tese giocano a vestire i panni di Santa Claus nel "Babbo Natale 2000" inciso per Radio Dee Jay (e disponibile direttamente nel sito Internet dell'emittente), "Un altro bianco Natale" è il singolo che ha visto scendere in campo una vera e propria nazionale del ballo, formata da 18 tra le più importanti orchestre del nostro paese».
Scheda artista Tour&Concerti
Testi