'Rumori molesti', 6000 euro di multa per Madonna?

'Rumori molesti', 6000 euro di multa per Madonna?

Madonna ha ricevuto un avviso ufficiale da parte delle autorità londinesi in seguito ad un caso di "rumori molesti". La scorsa domenica pomeriggio dei vicini di casa hanno chiamato gli agenti in seguito all'altissimo volume di una festa presso la residenza della Material Mum. La cantante non era in casa in quanto da parecchi mesi ormai residente a New York; c'era però del personale di servizio che aveva deciso di organizzare un party selvaggio. Finora si era ritenuto che la casa, tra Marylebone e Marble Arch, fosse passata all'ex marito Guy in seguito all'accordo di divorzio; ma evidentemente così non è in quanto gli impiegati del
Westminster City Council hanno identificato come proprietaria proprio l'artista. Ad un membro dello staff di Madge è stata recapitata una comunicazione ufficiale in cui si specifica che, se si dovesse verificare un'altra simile infrazione, la proprietaria incorrerebbe in una multa da 5000 sterline, circa 6020 euro.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.