Il Neverland di Michael Jackson potrebbe diventare un parco pubblico

Il Neverland di Michael Jackson potrebbe diventare un parco pubblico

Il Neverland, la tenuta con villa e divertimenti che fu per anni di proprietà di Michael Jackson, potrebbe diventare un parco pubblico qualora l'idea di un legislatore californiano dovesse essere accolta. Il proponente è Mike Davis, il quale ha riferito ad Associated Press che la sua proposta sarà studiata dal California Department of Parks and Recreation. La tenuta è ora di proprietà dell'azienda Colony Capital LLC di Santa Barbara, che la gestisce con la famiglia Jackson. Tuttavia la strada non pare in discesa per la proposta, visto che lo Stato della California ha un deficit da 19 miliardi di dollari e, prima di acquisire un nuovo parco, ci sarebbero necessità più impellenti; pare più praticabile una co-gestione con i privati. Se ne riparlerà, probabilmente, nel prossimo settembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.