Vendite post mortem (2): Michael Jackson stravince su Nirvana e Tupac

Vendite post mortem (2): Michael Jackson stravince su Nirvana e Tupac

In un articolo pubblicato su Billboard.biz, Glenn Peoples mette a confronto le vendite post mortem di Michael Jackson con quelle di altre sfortunate star del mondo rock e pop. Non c’è confronto, scrive Peoples, ricordando che complessivamente, dopo la scomparsa di Jacko, le vendite negli Usa dei suoi album e delle compilation “HIStory” e “Number ones” sono passate da una media di 4 mila copie a settimana a 570 mila copie: un incremento di ben il 15.600 %. Nelle otto settimane antecedenti la morte il best seller del catalogo, “Number ones”, vendeva 3 mila pezzi a settimana, per poi passare improvvisamente a 108 mila unità; nello stesso arco di tempo l’album “Bad”, che era praticamente fermo, ha ricominciato a vendere al ritmo di 46 mila pezzi a settimana.

Dopo il suicidio di Kurt Cobain nel 1994, osserva Peoples, le vendite del catalogo dei Nirvana aumentarono del 170 %, passando complessivamente da una media di 30 mila a 82 mila pezzi a settimana. Le vendite settimanali di Selena, la regina del genere tejano assassinata nel marzo del 1995 dalla presidentessa del suo fan club, crebbero dopo la morte del 1.250 %, e quelle degli ultimi due album di Tupac Shakur (vittima di una sparatoria nel settembre del 1996) soltanto del 158 %. Dopo la scomparsa (nel marzo di quest’anno) di Alex Chilton la domanda dei dischi dei Big Star ha registrato un’impennata del 1.600 %: in questo caso, però, la cult band americana partiva da valori assoluti esigui, assolutamente imparagonabili a quelli di Jackson. 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.