Usa, i discografici al giudice: 'Fermi subito LimeWire'

Usa, i discografici al giudice: 'Fermi subito LimeWire'

Non basta, alla Recording Industry Association of America, il riconoscimento della corresponsabilità di LimeWire nelle violazioni di copyright commesse dai suoi utenti, così come decretato qualche settimana fa dal giudice newyorkese Kimba Wood. I discografici americani, che sono in causa con il sito di file sharing dall’agosto del 2006, invocano infatti un provvedimento d’urgenza che “spenga” immediatamente il servizio: “La portata delle violazioni indotte da LimeWire lascia allibiti”, scrivono i legali della RIAA in una lettera al giudice, sottolineando che ogni giorno che passa procura alle case discografiche “un danno che nessun risarcimento può e potrà ricompensare”.

I documenti processuali discussi in sede di prima udienza statuiscono che il traffico su LimeWire è rappresentato al 93 % da contenuti illegali, che il programma è stato scaricato oltre 200 milioni di volte e che il sito può vantare 50 milioni di utenti unici al mese. Solo ultimamente il fondatore della Web company Mark Gorton ha lanciato un negozio di download legale, LimeWire Store, che vende brani dietro autorizzazione di etichette e distributori indipendenti.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.