Interpol, il nuovo album arriva 'a metà settembre'

Interpol, il nuovo album arriva 'a metà settembre'

Gli Interpol, discograficamente fermi da "Our love to admire" del luglio 2007, pubblicheranno un nuovo album "verso la metà di settembre". L'ha riferito lo stesso gruppo in un messaggio ai fan in cui si specifica che il futuro disco sarà semplicemente intitolato "Interpol". La quarta prova di studio della band di New York City è stata registrata presso gli Electric Lady Studios (disegnati da John Storyk per Jimi Hendrix nel 1970) della Grande Mela e mixata con Alan Moulder (Depeche Mode, Placebo, NIN) al Battery di Londra; l'album è l'ultimo con il bassista Carlos Dengler ancora in line-up e ha un approccio -come anticipato da Rockol già lo scorso 22 dicembre- "orchestrale". Il gruppo, che intanto avrebbe assunto David Pajo al posto di Dengler, sarà in concerto al Palasharp di Milano il prossimo 17 novembre.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.