EMI Music Publishing: radicale riorganizzazione in Europa

La società di edizioni musicali della EMI, che secondo alcune indiscrezioni vorrebbe aprire le porte ad un azionista di minoranza, è in procinto di riorganizzare radicalmente la sua struttura organizzativa in Europa: secondo l’autorevole Billboard.biz, la major starebbe per chiudere le filiali situate in Belgio e in Olanda e taglierà alcuni incarichi dirigenziali di alto livello in altri Paesi (in particolare in Spagna, Francia e Inghilterra, dove dovrebbe uscire di scena il vice managing director William Booth).  Pur senza entrare nei dettagli o commentare le singole indiscrezioni,  EMI Music Publishing ha confermato alla testata americana l’imminente riassetto delle operazioni nel Vecchio Continente. “Ci sembra evidente che le strutture a base nazionale a cui altre società musicali restano ancorate non stanno producendo il genere di servizi richiesti dagli artisti o i ricavi che loro competono”, ha spiegato un portavoce della major, sottolineando che la ristrutturazione non è mirata al taglio dei costi ma a una maggiore efficienza organizzativa, seguendo la stessa logica degli interventi già realizzati nel corso del 2009. La riorganizzazione delle attività in base a criteri funzionali sull’intero territorio europeo, ha concluso il portavoce, “ci permetterà di conseguire maggiori successi sia a livello regionale che locale per conto dei nostri autori,  consentendoci al tempo stesso di investire un ammontare di denaro sostanzialmente maggiore sulla musica europea nell’arco dei prossimi cinque anni”.

 

 

 

 

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.