MySpace, streaming a pagamento? 'Dipenderà dalle case discografiche'

MySpace perde 10 milioni di dollari al mese? Falso. Ha visto ridursi la sua base d’utenza di 25 milioni di unità da quando se n’è andato l’ex ad Owen Van Natta? No comment. Pensa di riconfigurare il modello di business introducendo tariffe a pagamento per l’ascolto di musica in streaming? Notizia al momento infondata. Rispondendo alle domande poste dal fondatore ed editor di TechCrunch Michael Arrington in occasione della “Disrupt Conference” organizzata a New York dal celebre blog tecnologico, i copresidenti del social network Jason Hirschorn e Mike Jones hanno smentito alcuni dei rumours che circondano presente e futuro della Web company di News Corp. e la dipingono in grossa difficoltà di fronte alla crescita arrembante di Facebook e di Twitter.

    MySpace perde 10 milioni di dollari al mese? Falso. Ha visto ridursi la sua base d’utenza di 25 milioni di unità da quando se n’è andato l’ex ad Owen Van Natta? No comment. Pensa di riconfigurare il modello di business introducendo tariffe a pagamento per l’ascolto di musica in streaming? Notizia al momento infondata. Rispondendo alle domande poste dal fondatore ed editor di TechCrunch Michael Arrington in occasione della “Disrupt Conference” organizzata a New York dal celebre blog tecnologico, i copresidenti del social network Jason Hirschorn e Mike Jones hanno smentito alcuni dei rumours che circondano presente e futuro della Web company di News Corp. e la dipingono in grossa difficoltà di fronte alla crescita arrembante di Facebook e di Twitter.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.