Phil Spector (dalla prigione): album l'8 giugno

Phil Spector (dalla prigione): album l'8 giugno

Phil Spector, detenuto dal 13 aprile 2009 per l'assassinio dell'attrice Lana Clarkson, uccisa nel 2003, ha completato un album che sarà presto pubblicato. Il produttore, che dovrebbe rimanere dietro le sbarre per altri 18 anni, come parzialmente anticipato da Rockol già lo scorso 25 marzo è riuscito ad assemblare un disco di 10 brani. L'album è dedicato alla moglie Rachelle ed è intitolato "Out of my chelle". Il lavoro sarà disponibile, per ora solamente come download, a partire dal prossimo 8 giugno. Spector, inventore del cosiddetto "wall of sound" e produttore -tra gli altri dischi- di "Let it be" dei Beatles, è presso un centro di detenzione californiano e, se non ci saranno novità, potrà chiedere d'essere scarcerato solamente quando avrà 88 anni. La Clarkson era stata trovata morta per un colpo d’arma da fuoco nell’ingresso della villa californiana del produttore. La difesa di Spector ha sempre sostenuto la tesi del suicidio dell’attrice.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.