NEWS   |   Italia / 21/05/2010

Le Strisce: 'Essere ventenni oggi non vuol dire vivere a Disneyland'

Le Strisce: 'Essere ventenni oggi non vuol dire vivere a Disneyland'

Uscirà il prossimo 25 maggio l'album di debutto dei Le Strisce, "Torna ricco e famoso", che arriva a due anni dall'ep "Fare il cantante" del 2008. Il disco del gruppo napoletano è anticipato dal brano "L'amore", che descrive il sentimento, tra i più cantati, in maniera positiva: "Abbiamo scelto di presentare l'album con 'L'amore' perchè offriamo una visione diversa dell'innamoramento, ormai troppo inflazionato nei brani. L'amore nelle canzoni è visto in maniera distruttiva, molto spesso negativa, a tratti melensa e noi, anche se abbiamo solo vent'anni, vogliamo offrire il nostro punto di vista allegro e spontaneo, diverso di certo da quello dei nostri coetanei, che molto spesso vivono con la testa tra le nuovole e hanno una visione 'disneyana' delle relazioni", affermano Davide ed Andrea, rispettivamente cantante e chitarrista del gruppo. Per quanto riguarda la scelta del nome della band e del titolo dell'album, i ragazzi spiegano: "Dopo varie peripezie e vari nomi cambiati, abbiamo deciso di chiamarci 'Le Strisce' in seguito ad un viaggio ad Amsterdam... no scherziamo, ci chiamiamo così perchè è un nome facile da ricordare, graficamente rende bene e si presta a vari giochi interpretativi. Per il titolo del disco, invece, abbiamo pensato a 'Torna ricco e famoso' perché era la frase che parenti e amici ci ripetevano più spesso. I nostri genitori, in particolar modo, ci tenevano e ci tengono alla nostra realizzazione artistica, ci sostengono da anni sia economicamente che moralmente e gli dobbiamo molto. Abbiamo usato un 'monito' ripreso dalla nostra vita quotidiana. Anche molti dei nostri testi nascono da alcune esperienze personali, come 'Valentina è pazza' o 'Adele ne ha 40' ma tanti brani derivano dalla visione che abbiamo della nostra società e di ciò che ci circonda, come 'Teenager', uno spaccato generazionale dei più giovani, oggi totalmente guidati dalla televisione e dai media", dicono i due artisti. Parlando di gusti musicali, Davide e Andrea spaziano dai cantautori anni Sessanta-Settanta fino ai gruppi indie inglesi più attuali: "Ascoltiamo un po' di tutto. Ci piacciono i cantautori italiani degli anni Sessanta e Settanta come Celentano e gruppi come I Giganti. Ascoltiamo molta musica internazionale, in particolar modo ci piace il brit rock: tra i nostri preferiti i Franz Ferdinand, i Libertines, i Babyshambles, con cui saremo sul palco di Ferrara, e i Kooks, a cui abbiamo aperto un live lo scorso anno. Se invece dovessimo scegliere qualche artista con cui collaborare, oltre Cremonini, che ha suonato per noi in questo disco, ci piacerebbe lavorare con Bersani e Silvestri". Le Strisce saranno in tour quest'estate per promuovere il loro album: "A breve saremo in azione dal vivo, non vediamo l'ora. Suoneremo il 26 maggio a Milano, il 27 maggio a Napoli, il 12 giugno a Roma e poi in tutt'Italia. Se dovessimo pensare a come saremo tra dieci anni, diremmo sicuramente ricchi e famosi, c'erano dubbi?" concludono Davide e Andrea.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi