E' Simon Fuller (American Idol) il Re Mida di iTunes

E' Simon Fuller (American Idol) il Re Mida di iTunes

Simon Fuller, oggi probabilmente l'impresario più influente della scena musicale e televisiva e creatore di format come "American idol", risulta disporre di un tocco magico anche quando si tratta di musica digitale, a quanto rileva l'edizione americana online di Wired.
Il magazine si è infatti dedicato ad un'analisi delle vendite di brani su iTunes, scoprendo che sarebbero ben 160 milioni i file musicali scaricati a pagamento provenienti dall'accordo siglato per permettere alla casa di Cupertino di disporre del 'catalogo' sfornato da "American idol". Una quantità mostruosa, che avrebbe peraltro generato un fatturato altrettanto impressionante per l'avente diritto: ai 56 milioni di dollari spettanti ad Apple,si affiancano gli 88 milioni di dollari di pertinenza della "19 Entertainment" di Fuller.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.