Addio a Bob Mercer, il discografico amato dagli artisti

Mercoledì scorso, 5 maggio, un cancro ai polmoni ha spento la vita di Bob Mercer, figura storica del music business degli ultimi quarant’anni e personaggio molto amato da artisti e colleghi. I suoi primi successi professionali risalgono ai primi anni ’70, quando per la EMI (la sua prima e ultima casa discografica) mise sotto contratto superstar come Marc Bolan, Queen, Olivia Newton John e Kate Bush; del suo staff facevano parte allora futuri top manager come Roger Ames e David Munns. Mercer entrò in contrasto con i vertici della major inglese nel gennaio del 1977, quando il cda della società – sottoposto a pressioni politiche – decise di sciogliere il contratto con i Sex Pistols (nella foto), e lasciò la casa discografica nel 1980; dopo essere stato per breve tempo il  manager di Paul McCartney, entrò come socio nell’agenzia di produzione audio/video e di management Tango, che aveva come principale cliente Roger Waters. Richiamato dai suoi ex dipendenti Ames e Munns in PolyGram con il compito di gestirne il reparto di marketing televisivo, lanciò a partire dal 1983 la fortunatissima serie di compilation “NOW That’s What I Call Music”, creata in joint venture con EMI e Sony Music: la collana, secondo fonti ufficiali, ha venduto ad oggi nel mondo oltre 200 milioni di Cd. Sfruttando l’esperienza acquisita nel campo delle compilation pubblicizzate in tv, diventò poi vice presidente di PolyMedia TV, divisione Polygram che dopo la fusione di quest’ultima con Universal assunse la ragione sociale di  UTV Records. Trasferitosi a Nashville, nei primi anni ’90 aiutò Jimmy Buffett a lanciare l’etichetta Margaritaville assumendone la gestione operativa. Era poi tornato a lavorare per la EMI, orchestrando dalla celebre Capitol Tower di Hollywood le campagne di lancio della serie “NOW” negli Stati Uniti. Mercer aveva 65 anni; gli sopravvivono la moglie Margie e il figlio Jackson.

 

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.