File sharing illegale: per un giudice tedesco RapidShare è innocente

Internet Service Providers e siti Web sono corresponsabili delle violazioni di copyright compiute dai loro utenti? La giurisprudenza in merito resta poco chiara, in virtù di sentenze che di volta in volta suffragano o contraddicono questa tesi. Qualche giorno fa, per esempio, la Corte di Appello di Dusseldorf  ha ribaltato una condanna di primo grado emessa nei confronti del noto sito svizzero RapidShare, attraverso il quale erano state distribuite copie pirata di film come “American crime” e “Eagls vs. shark”; secondo  i giudici tedeschi la società non può essere ritenuta responsabile per le azioni compiute dai suoi clienti né può verificare la natura dei file scambiati attraverso la piattaforma senza violare le leggi locali che garantiscono la libertà e la privacy dei cittadini. A loro giudizio,  la maggior parte del pubblico utilizzerebbe RapidShare per motivi perfettamente legali, il controllo manuale dei file sarebbe praticamente impossibile e l’uso di filtri automatici antipirateria non solo risulta  facilmente eludibile ma viola le norme che consentono ai privati di effettuare copie di back up dei propri file.

La responsabilità di eventuali violazioni, aggiungono i giudici, ricade solo sugli utenti, dal momento che il sito non gestisce motori di ricerca o indici che rendano pubblicamente accessibili i file archiviati sulla piattaforma e che sono i singoli utilizzatori a decidere se pubblicare un link ai file che hanno caricato sul servizio.  

Spesso nel mirino dei detentori dei diritti e delle case discografiche, RapidShare ha ultimamente lanciato segnali di distensione nei loro confronti, dichiarandosi disposta a collaborare nella vendita on-line di contenuti legali; in dicembre ha anche inagurato un servizio legale di download di pellicole cinematografiche.

 

 

Music Biz Cafe, parla Luca De Gennaro (Direttore VH1 Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.