Fazio e Baglioni all’università. «Quello che non ti uccide ti rafforza»

Fazio e Baglioni all’università. «Quello che non ti uccide ti rafforza»
Mentre alcuni studenti manifestavano contro la sempre maggiore presenza di divi di varia natura nell’ateneo, Fabio Fazio e Claudio Baglioni hanno tenuto una lezione all’Università Cattolica di Milano per gli studenti iscritti al corso di Teoria dell’Informazione (e per i giornalisti presenti in massa). Anche se, stando a Luca Dondoni de "La Stampa", «il divo Claudio si è presentato all’appuntamento con una buona ora e mezza di ritardo» e «Fabio Fazio non ci ha messo un attimo a portare il filo del discorso sulle problematiche di audience che affliggono il suo ultimo programma, "L’ultimo valzer"». Il "Corriere della Sera" riporta una dichiarazione d’intenti su Sanremo: «Ora che abbiamo azzerato il lessico del Festival - bionda-mora, presentatore-dominatore, popolare-serio - si può ricominciare: niente gag, solo musica». Il "Giorno" segnala invece che Baglioni «ha distillato perle di saggezza. "Non ho mai lavorato così tanto", ha dichiarato esausto. Una studentessa ha chiesto: "Vorrei fare una domanda a testa". E Baglioni si è guardato intorno: "Chi si chiama Testa?" (nessuno ha riso). Le critiche? "Quello che non ti uccide ti rafforza"». Chiudiamo con "La Repubblica", dove a fianco della descrizione dell’isteria delle studentesse di fronte a Baglioni, è riportato un parere di Fazio sul successo della trasmissione di Celentano: «Era un programma giocato sugli anacoluti, su frasi spezzate, magari incomprensibili, ma alla fine molto più in linea coi tempi».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!
6 giu
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.