Naufraga il business dei concerti di Capodanno?

Naufraga il business dei concerti di Capodanno?
Molto probabilmente l’annullamento di "Celebration 2000", il concerto di capodanno a New York con Sting, Aretha Franklin, Andrea Bocelli, Chuck Berry ed Enrique Iglesias, non resterà un caso isolato. Jewel e i Creed hanno dovuto fare la stessa cosa. E i concerti-veglione di Eagles e Jackson Browne (Los Angeles), Billy Joel (New York), Barbra Streisand (Las Vegas), Metallica e Alice Cooper (Pontiac), Blondie (Miami) sono caratterizzati da vendite a rilento. E anche se Jewel ha sostenuto di essere stata impaurita dal "baco del 2000" per il suo concerto in Alaska, alcuni promoters intervistati dalla "Associated Press", pensano che biglietti del costo compreso tra 65 e 99 dollari (dalle 120 alle 180mila lire) abbiano impaurito gli spettatori più del baco. Secondo il parere degli esperti, dal pubblico si è preteso troppo. Tom Uhm, del comitato organizzatore di "Celebration 2000" ha ammesso l’errore: i biglietti a 1.000 dollari. E ha annunciato che una versione "soft" dell evento, con Enrique Iglesias e Chuck Berry, avrà prezzi più contenuti. Il concerto di Billy Joel al Madison Square Garden costa 999 dollari - e molti posti sono ancora disponibili. Al Pontiac Silverdome, in Michigan, c’è posto per altre settemila persone per vedere Metallica, Kid Rock, Alice Cooper e Ted Nugent. A quanto pare, lo stadio di Vancouver, che attende i Kiss, avrà meno posti vuoti: i biglietti costano 130 dollari, e la band è inevitabilmente ritenuta più adatta di Jewel a un fine anno coi fuochi d’artificio. Gene Simmons e soci hanno quindi di che consolarsi per il fiasco del loro film "Detroit Rock City".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.