I Beastie Boys abiurano il passato e rinnegano ‘You’ve got to fight...’

I Beastie Boys abiurano il passato e rinnegano ‘You’ve got to fight...’
E’ stato il loro primo grande successo, la canzone che ha dato loro la notorietà, e ha rappresentato l’ingresso dei bianchi nella scena rap - gettando inoltre le basi per la futura, proficua commistione di rap e metal assai importante nella musica degli anni’90. Ciononostante, i "nuovi", politicamente corretti Beastie Boys, commentando la pubblicazione della raccolta "Sounds of science", hanno rinnegato "You’ve got to fight for your right to party". Adam Yauch ha spiegato: «In quel periodo eravamo degli stupidi, che si ubriacavano appena potevano e facevano di tutto per essere fastidiosi perché pensavamo fosse divertente. Nei testi delle canzoni parlavamo di fumare crack e tirare cocaina e fare un sacco di cose che non avremmo mai fatto. Quella canzone e tutte le altre di quel periodo contenevano stupide esagerazioni». Adam Horowitz conferma: «E la stampa credeva a tutto. Raccontavamo di aver distrutto camere di alberghi, di fare chissà cosa». Conclude Mike D: «Una volta che una di queste bugie viene stampata, la si assume come verità. Il peggio è che a un certo punto questa immagine si è impadronita di noi, e i giornali hanno cominciato a inventarle per conto loro».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.