Finley Quaye: 780 milioni per il figlio trascurato

Finley Quaye: 780 milioni per il figlio trascurato
Finley Quaye non ha ancora deciso di dare un seguito al suo fortunato album di debutto, "Maverick a strike". In compenso, non trascura tutti gli altri obblighi di una vera rockstar. Ad esempio, come Bob Geldof e Michael Hutchence, fidanzarsi (e poi lasciarsi) con Paula Yates, la star televisiva inglese. Oppure, come Mick Jagger, fare figli in giro e poi essere costretto a sborsare una bella cifra per ottemperare ai suoi doveri di padre. Il cantante è stato condannato a pagare 260.000 sterline - a titolo di anticipo - alla sua ex partner, Bridget Turgoose, dalla quale ha avuto un figlio sei anni fa. Bridget, incontrata dal giovane zio di Tricky sei anni fa, prima del successo, ha dimostrato che il piccolo Theo, per tutto questo tempo è stato trascurato dal padre, nonché di aver dato una mano a Quaye nei giorni precedenti al contratto discografico, e di aver quindi diritto a una porzione dei suoi guadagni.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.