La polizia contesta Sting

La polizia contesta Sting
Su alcuni quotidiani, un trafiletto su Sting, ex leader dei Police che, ironia della sorte, ha problemi con la polizia. Gli agenti in pensione che si riuniscono nell’Ordine Fraterno del Distretto di Polizia 27 manifesteranno fuori dal teatro presso Filadeldia dove Sting si esibirà il 14 novembre. La rockstar è infatti accusata di sostenere la causa di Mumia Abu-Jamal, attivista politico delle Pantere Nere condannato a morte (ingiustamente, secondo Sting) per l’omicidio di un agente nel 1982. Quest’anno in un’altra occasione poliziotti e politici avevano contestato il sostegno dato da alcuni musicisti alla causa di Mumia: quando Rage Against The Machine, Beastie Boys e Bad Religion avevano dato un concerto per sensibilizzare l’opionione pubblica sul caso.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
23 lug
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.