NEWS   |   dalla Stampa / 23/10/1999

Accademia: un’interrogazione parlamentare e uno scontro tra Comune e Fimi

Accademia: un’interrogazione parlamentare e uno scontro tra Comune e Fimi
Sulle misteriose vicende dell’Accademia di Sanremo, delle quali Rockol si è occupato in questi giorni, il senatore Bonatesta (An) ha presentato una interrogazione al presidente del Consiglio D'Alema e al ministro alla Cultura Melandri, trasmettendo una copia alla Procura della Repubblica di Genova. Richiesto anche l'intervento della Commissione di Vigilanza. Il "Messaggero" riporta uno sfogo dell’assessore alla Cultura di Sanremo, Antonio Bissolotti: «I risultati dell’Accademia sono sotto gli occhi di tutti. I Quintorigo, che provenivano dall’Accademia, hanno vinto lo scorso anno il Premio della Critica. La Fimi negli ultimi anni ha proposto i Jalisse». Replica della Fimi: «Quella di Bissolotti è una reazione isterica a dimostrazione che ha i nervi scoperti». A "La Repubblica", Bissolotti «ha dichiarato di non sapere nulla del contratto presentato dalla Publimod. (...) Respingiamo con forza ogni azione volta a screditare l’Accademia come istituzione. Saremo i primi ad agire se verremo a conoscenza di qualche violazione». Dichiarazioni di Bissolotti riportate da "La Stampa": «"E’ stato un grave errore da parte della Publimod distribuire il modulo"; quello ormai famoso con il quale la società che tiene i corsi propone agli allievi l’intermediazione per procurare un contratto, e in caso di successo chiede per 5 anni un 30 per cento su tutti i ricavi del neo-artista. "E’ più grave il modulo - continua Bissolotti - che non le bustarelle da 100mila a Napoli per arrivare direttamente all’Accademia saltando le selezioni regionali. Per fortuna il modulo è stato ritirato subito: sarebbe stata una violazione al regolamento. Un’indagine è in corso"».
Scheda artista Tour&Concerti
Testi