Mortiis, re del black metal, terrorizza i tassisti di New York

Dopo aver concluso una conferenza stampa a Manhattan, il norvegese Mortiis, eminenza (nera) del black metal, genere che ha in Scandinavia uno dei suoi centri propulsori, ha avuto l'incauta idea d’andare a prendere un taxi per tornare in albergo. Ma i "cab drivers" della Grande Mela, seppur adusi ad ogni sorta d'abbigliamento strampalato e a clienti dai volti poco raccomandabili, si sono ben guardati dall'accoglierlo a bordo. Mortiis era infatti ancora paludato con i suoi abiti di scena, ovvero un mantello nero da vampiro, orecchie enormi e puntute ed un grosso naso adunco. L’ex bassista degli Emperor, scornato, non ha potuto fare altro che farsela a piedi così bardato.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
18 mar
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.