Salone della Musica ’98: basso profilo

Dimentichiamo il ricchissimo “palinsesto” della passata edizione che, pure tra lacune progettuali e artistiche, causava la piacevole difficoltà nel districarsi tra decine di appuntamenti interessanti: il programma presentato dal Salone Della Musica di Torino, che dall’8 al 13 ottobre prossimi affronta la sua terza edizione, quest’anno è decisamente scarno. Poco rock, una presenza massiccia di musica classica rispetto alla leggera, il comparto degli strumenti musicali maggiormente rappresentato rispetto al passato; quasi assenti le majors - che saranno insieme in un unico stand della FIMI, l’associazione di categoria alla quale fanno riferimento. Le speranze del pubblico pagante sono riposte nelle iniziative promosse dalle “indies” (che, però, hanno poca forza d’urto per promuoverle a dovere) e in poche eccezioni di qualità, tra le quali spicca un appuntamento con Franco Battiato.
Che la presente edizione sarebbe stata caratterizzata da molte difficoltà era chiaro da tempo, e per svariate ragioni. Era forte il malcontento manifestato da diverse case discografiche per la tornata del 1997; per la maggior parte di esse i ritorni economici non erano stati soddisfacenti e promettevano di continuare a restare insufficienti; abbondanti erano circolate le lamentele per la gestione e l’organizzazione dell’evento; numerose erano state le perplessità sul progetto pratico.
Il fatto che la gran parte di chi distribuisce musica nel nostro mercato abbia deciso (comprensibilmente, a parere nostro) di non investire che in misura marginale in questo Salone è, di fatto, un danno per l’intero ambiente e segna l’ennesima occasione persa per la musica in Italia. Nella fattispecie, assistiamo al preoccupante scollamento tra le necessità e le idee degli addetti ai lavori (artisti, discografici e media) da un lato, e gli organizzatori dall’altro - forse eccessivamente ancorati, questi ultimi, al modello del progetto-padre di questo evento, ovvero il Salone del Libro, che non è totalmente replicabile nella musica. Tale distanza tra le parti è stata minimizzata in sede di conferenza stampa (molto tardiva, a sole due settimane dall’inizio della manifestazione; la campagna pubblicitaria, peraltro, sarà lanciata solo la prossima settimana): “Le majors si sono prese una pausa di riflessione... Con loro abbiamo un progetto a lungo termine su cui stiamo già lavorando”. Le spiegazioni del dottor Accornero, tuttavia, hanno convinto poco.
Il lettore potrà prendere visione del programma provvisorio disponibile in rete all’indirizzo:http://www.prosaloni.com/musica98/smstart.html. Da parte nostra, reputiamo che formulare giudizi a priori sarebbe fuori luogo ed ingeneroso - oltre che rischioso: c’è sempre il caso che sopraggiungano piacevoli novità in corso d’opera. Non crediamo sia rilevante la distinzione tra colossi del settore e operatori “indipendenti”; tanto meno desideriamo sminuire il peso e l’importanza del genere classico. Crediamo, però, che sarebbe ipocrita non manifestare al pubblico che ci segue, in questa fase, la nostra delusione di appassionati della musica. Che, come tali, sperano di essere smentiti. (gd)
Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.