Celentano, Pelù, Jovanotti: scoppierà la pace in diretta?

Celentano, Pelù, Jovanotti: scoppierà la pace in diretta?
In vista della seconda puntata di "Francamente me ne infischio", sul "Corriere della Sera" Mario Luzzatto Fegiz ricorda un episodio del ’93. «Celentano ora fa show coi nemici Pelù e Jovanotti: giovedì in tv le tre star che furono al centro di un violento scambio di insulti: fra profilattici e religione. E’ la prima volta che i tre si ritrovano sullo stesso palco, dopo l'accesa polemica che li vide protagonisti sei anni fa, all'indomani del Concerto del 1 maggio in piazza S. Giovanni a Roma. Volarono parole grosse e accuse reciproche. E, si badi, non dichiarazioni avventate, ma articoli vergati e firmati dagli interessati. Ma che cosa accadde in quei primi giorni di maggio del '93? Pelù davanti alle telecamere, poco prima dello show, infilò un preservativo sul microfono dell'intervistatore Mollica. Dopo l'esibizione cominciò a insultare il Papa. Celentano si adirò e scrisse un articolo per il "Corriere" che si rivolgeva ai giovani. Dopo avere elencato tutti i meriti di Giovanni Paolo II, Adriano concludeva: "Non me ne frega niente di avere dei fans "inutili" che applaudono tutti e nessuno, facendo di tutta l'erba un fascio. Preferisco il vuoto piuttosto che avere una platea come quella che ho visto in piazza San Giovanni. Ma il vuoto non ci sarà purtroppo... Voi verrete in massa al mio prossimo concerto di Roma e molti di voi non riusciranno a entrare, perché sarà esaurito due mesi prima. Mi applaudirete e griderete che sono il più forte (come in effetti lo sono) e mi porterete in trionfo. Ma il giorno dopo, sullo stesso palco, ci sarà un altro che in nome del successo a tutti i costi, mimetizzato da un ‘credo’ che non ha, dirà delle ‘stronz...’ come quelle che ha detto il povero ‘Pelusc’ dei Litfiba... E voi lo applaudirete". Il giorno dopo (4 maggio 1993) Jovanotti scrive una lettera al "Corriere" con una replica al vetriolo. "Il concerto di San Giovanni non mi è piaciuto e neanche l'intervento di Piero Pelù dei Litfiba, non perché fosse fuori luogo, ma perché un po' troppo teatrale". Jovanotti usa parole molto dure: "Tu Adriano sei cieco perché le tue due uniche finestre sul mondo ti mostrano solo quello che tu vuoi vedere: una è la tv e l'altra è quella che dà sul giardino della tua grande villa dalla quale non si vedono che alberi. Ma quello non è il mondo dove vivono la maggior parte di quei centomila che hai visto sabato sera". Il Molleggiato e l'ex voce dei Litfiba rievocheranno questo episodio? Insieme dovrebbero cantare «Pugni chiusi» in omaggio al cantante Demetrio Stratos che proprio coi Ribelli nel Clan di Celentano cominciò la sua carriera».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
13 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.