Manu Chao, niente fretta: un nuovo disco ‘nei prossimi due anni’

Manu Chao, niente fretta: un nuovo disco ‘nei prossimi due anni’
Su "La Stampa", Luca Dondoni dedica un lungo articolo a Manu Chao partendo dal «lungo lasso di tempo che è passato fra l’uscita del cd (primavera del 1998) e l’effettiva esplosione del fenomeno Manu Chao (estate 1999). Come è potuto succedere? Gli esperti di marketing delle multinazionali del disco se lo stanno ancora chiedendo eppure la risposta più sensata ce l’ha data lui: "sono felice che il mio lavoro sia arrivato nelle classifiche con ritardo rispetto all’uscita perché vuol dire che le sovrastrutture della discografia a volte non servono a nulla. In questo caso è valso il caro vecchio passaparola". (...) Tuttavia questo ribelle che ha voluto dedicare il disco al Fronte Rivoluzionario Zapatista e ha inserito anche alcune parole del subcomandante Marcos fra le pieghe delle canzoni, è un uomo che sta ancora cercando se stesso. In onore al suo carattere schivo - Manu Chao solitamente non parla con i giornalisti, non tiene dei veri e propri concerti e soprattutto parla svogliatamente di sè e di quello che fa - ma dall’ironia simpaticamente malandrina, il personaggio è da due anni il presidente di un Festival della Bugia (Fiera de la Mentiras) sponsorizzato dalla Galizia. "In quella fiera - racconta Manu - raccogliamo di città in città le storie più belle e divertenti e io ne faccio tesoro perché è anche da lì, dai racconti fantastici delle persone incontrate, che spesso traggo spunti per le mie canzoni". Idee che diventano canzoni belle come quelle contenute in "Clandestino" e saranno contenute nell’album di Manu Chao che dovrebbe vedere la luce nei prossimi due anni. «Il disco nuovo è in lavorazione - spiega l’artista - e come ho detto prima sono i viaggi, la conoscenza di gente nuova e altrettanto nuove sonorità i veri stimoli affinché mi venga voglia di scrivere. Adesso, con il successo di ‘Clandestino’ tutti mi cercano e tutti mi vogliono, anche quelli che fino a un anno fa non sapevano neppure che esistessi. Non ho mai anteposto il lavoro, in senso lato, al desiderio di realizzazione personale e artistica perciò, quando sarà il caso e avrò terminato il giro del mondo che mi sono prefissato per far conoscere la mia musica, siederò a tavolino e ragionerò sul nuovo cd».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.