La dura vita in galera del prigioniero Scott Weiland

Un anno è lungo da passare, e così pare proprio che Scott Weiland, il tribolato cantante degli Stone Temple Pilots, "dentro" già da alcune settimane, si stia adattando abbastanza bene al regime carcerario. La sveglia è alle 5,30 del mattino, più o meno l'ora in cui prima andava a dormire, poi c'è l'attività da svolgere dalle 7 alle 19. Già, perché il signor Weiland non viene lasciato libero d'oziare davanti al televisore. Ben conoscendo i suoi problemi di droga, infatti, le autorità hanno pensato di fargli incontrare continuamente psicologi e di fargli leggere materiale sui danni indotti dalla tossicodipendenza. Del resto per lui c'è poco da fare: o così, nella prigione "leggera" del Biscaluz Recovery Center, in un dormitorio con altri detenuti, o in cella singola nella galera di Los Angeles, forse non esattamente un luogo dal quale poi si esca soavi come un pretino.
Weiland può ricevere un solo visitatore alla settimana, al di là d'un vetro protettivo, e le luci vengono spente alle 22 precise. Intanto la macchina discografica va avanti. Con o senza la presenza di Weiland, il nuovo album degli STP, "No. 4", verrà pubblicato il prossimo 26 ottobre. Il 4 ottobre è la data d'uscita del primo singolo, "Down", ma parecchie radio di New York e Los Angeles stanno già trasmettendo il brano. Chi volesse scrivere a Weiland deve utilizzare quest'indirizzo: Scott Weiland, Booking #6158735, PO Box 86164, Terminal Annex, Los Angeles, CA 90086, U.S.A.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.